1. 14

FairBnB.coop è una piattaforma cooperativa di prenotazione di alloggi,un’ alternativa sostenibile, che privilegia le persone e le comunità locali rispetto al profitto, offrendo la possibilità di vivere esperienze di viaggio reali, autentiche e sostenibili utilizzando il modello di sharing economy.

Unica al mondo, prevede la destinazione a fondo perduto del 50% delle commissioni sulle prenotazioni a progetti di comunità a rilevante impatto sociale. Una crowdfoundig civico che collabora con programmi ambientali, di social housing, di restauro, cooperative di acquisto, aree giochi, luoghi di aggregazione sociale e molto altro.

Viene applicata inoltre la regola 1 host - 1 home: ogni host può mettere a disposizione un solo alloggio per evitare speculazioni e la metà delle commissioni devoluta ad associazioni no profit per lo sviluppo del territorio.

I principi ispiratori di Fairbnb.coop, sono quelli di mitigare gli effetti degli impatti del turismo sulle comunità locali, proteggere la residenzialità e combattere la gentrificazione.

Per maggiori informazioni: https://fairbnb.coop

  1.  

  2. 5

    Io vivo abbastanza vicino a Venezia. Ricordo che alla creazione dei tornelli c’erano state delle manifestazioni che erano contrarie. Se ricordo bene uno degli argomenti era che la possibilità di essere turista in quella città doveva essere aperta a tutti, gli slogan dicevano di non trattare Venezia come un Luna Park. Chi conosce venezia sa quanto ci sia un problema di overtourism ma anche le critiche non erano campate per aria.

    Ecco, immagino che anche la vostra idea di turismo sostenibile sia comunque più costosa della concorrenza. Ecco quindi che se fosse imposto unicamente questo tipo di turismo sostenibile molti non potrebbero più permetterselo. Avete mai pensato a questo problema?

    È un parallelismo un po’ scorretto quello coi tornelli visto che i vostri concorrenti immagino non andranno da nessuna parte e non vedo volontà nemmeno nel futuro la volontà politica di smantellarli ma ero curioso di sentire le vostre idee.

    1. 4

      Ciao,

      grazie di questo AMA.

      Io ho un po’ di domande.

      La prima è rispetto alla produzione di software come cooperativa: come vengono prese le decisioni strategiche sul prodotto? Esiste un processo formalizzato? Chi guida?

      La seconda è di identità: come cooperativa che crea un prodotto che gira intorno al software,vi sentite parte di un nuovo movimento globale in questa direzione? 20 anni fa le cooperative nell’ambito software erano poche, quasi esclusivamente di consulenza e piuttosto invisibili. Oggi diversi nomi iniziano ad affermarsi nei rispettivi settori (pensiamo a Loomio, o Motion Twin) rimanendo cooperative orizzontali. Vi sentite parte della stessa cosa? Quanta consapevolezza c’è su questi temi tra i membri della cooperativa?

      Domanda 3: come vivete la competizione con AirBnB? Pensate che l’elemento etico sia la vostra principale strategia competitiva o FairBnB ambisce nel lungo termine ad essere qualcosa di più?

      Domanda 4: che stack tecnologico usate?

      1. 4

        surveyor3 @surveyor3 grazie della domanda.

        Fairbnb.coop non ha prezzi più costosi rispetto alla concorrenza, tutte le piattaforme applicano una commissione sulla prenotazione e anche Fairbnb.coop, la differenza che noi rinunciamo ad una parte dei nostri introiti, reintroducendoli dove effettivamente è generata: il territorio

        In sostanza i viaggiatori pagano lo stesso, l’host guadagna lo stesso, è Fairbnb.coop che reintroduce parte del reddito nell’economia locale.

        Community Powered Tourism

        1. 1

          Grazie a voi

          1. 1

            Ciao. Occhio che hai risposto al post sbagliato.

          2. 3

            @chocobeat Grazie delle domande 1+4) Innanzitutto comprendiamo le esigenze dell’utente, il movimento delle esigenze della concorrenza e dell’azienda. In seguito misuriamo ciò che può portare più risultati sul lato commerciale e meno impatto per gli sviluppatori, ponendo sempre attenzione a dare le giuste priorità. 2) L’identità cooperativa rappresenta un punto centrale per la nostra piattaforma. Il nostro obiettivo è quello di rendere fairbnb.coop un Bene Comune, allargando l’idea della cooperativa oltre i lavoratori coinvolgendo i diversi attori che la piattaforma coinvolge e le comunità dove opera. Siamo parte del movimento delle piattaforme cooperative e cerchiamo di creare una cultura di consapevolezza tra i membri rispetto a questi temi 3) cerchiamo da sempre di creare una narrativa positiva, non siamo in competizione con airbnb ma vogliamo offrire un’alternativa in grado di colmare quella crescente domanda di turisti consapevoli e interessati a effettuare vacanze sostenibili nel rispetto delle comunità locali. I principi ai quali ci ispiriamo sono: mitigare gli effetti degli impatti del turismo sulle comunità locali, proteggere la residenzialità e combattere la gentrificazione.

          3. 4

            Leggendo il post mi è venuto spontaneo chiedermi come sia competere con Airbnb, ma vedo che l’ha già chiesto @chobeat. Seguirò con interesse la sua domanda.

            Oltre alla competizione con Airbnb nello specifico, quali altri ostacoli avete incontrato nella crescita? Quali sono stati i processi più difficili (acquisire guest, acquisire host, la parte legislativa, … ?)

            1. 4

              Ciao e grazie dell’AMA.

              Io ho 3 domande (ma sono anche molto curioso di leggere le risposte a quelle di @chobeat):

              1. come è nata la vostra cooperativa? Come era formata? Perché proprio una cooperativa? I lavoratori sono anche soci?

              2. come è strutturata da un punto di vista organizzativo? Come procede il processo di sviluppo?

              3. come vengono determinate le retribuzioni?

              La terza domanda non vuole essere quantitativa, non mi interessa sapere quanto guadagna in media un vostro dipendente, ma il razionale con cui vengono stabilite le retribuzioni, se c’è.

              1. 2

                Grazie dell’AMA,

                Ho due domande per voi:

                In che paesi avete host al momento? e in che paesi avete sedi di lavoro?

                Come vi finanziate? Sul vostro sito leggo di iniziative di crowdfounding, siete riusciti a raccogliere tutti i fondi necessari a partire solo dal basso?

                1. 4

                  @pizzo grazie della domanda

                  In che paesi avete host al momento?

                  In Spagna, Italia e Paesi Bassi. Siamo attivi per ora nelle nostre 5 città pilota (Venezia,Bologna,Genova, Amsterdam,Barcellona) Tuttavia abbiamo ricevuto registrazioni da tutto al mondo, e ci stiamo preparando per un’apertura graduale. Stiamo preparando un processo di crescita organica con partner nei 5 continenti

                  In che paesi avete sedi di lavoro?

                  Il nostro core office è in Italia (adesso in smart working da tutto il mondo causa COVID), ma ci appoggiamo su uffici locali in ogni destinazione che attiveremo (chiamati Local Node).

                  Come vi finanziate? Sul vostro sito leggo di iniziative di crowdfunding, siete riusciti a raccogliere tutti i fondi necessari a partire solo dal basso?

                  Siamo una cooperativa, quindi i nostri partner coadiuvano parte delle nostre attività attraverso un contributo sociale per diventare membri.

                  Abbiamo membri del finanziamento il cui voto è del 33% nell’assemblea, non più di tale%, quindi non decidono il nostro percorso. Riassumendo: crowd-funding, partner di finanziamento, e un prestito da Banca Etica

                2. 2

                  Ciao e grazie per l’AMA.

                  Con un gruppo di ragazzi da un po’ di tempo stiamo cercando di mettere in piedi una startup, e non ci dispiacerebbe la formula cooperativa.

                  Che cosa consigliate a chi inizia oggi il percorso che avete fatto voi?

                  1. 5

                    E’ importantissimo appoggiarsi da subito ad una delle associazioni di categoria come Lega Coop e Confcooperative che hanno una visione di insieme degli adempimenti burocratici e delle possibilità di networking e finanziamento all’interno del mondo Cooperativo e vi possono seguire in modo puntuale anche per gli aspetti più tecnici.

                    Fondamentale definire un sistema di governance chiaro da subito che sia un terreno condiviso da tutti in modo da non alimentare tensioni.

                    Ti consigliamo anche di seguire anche le possibilità offerte dal fare parte di https://platform.coop/ , una possibilità di networking internazionale veramente unica.

                    E poi ci siamo noi se avete bisogno di una chiacchierata orientativa ;-)