1. 5
  1.  

  2. 1

    Cosa ne pensate? LinkedIn aiuta davvero a trovare lavoro?

    1. 3

      Per quanto mi riguarda è inutile, il 50% delle offerte vengono da recruiter bot che spammano a valanga. Il rimanente 50% proviene da aziende che non mi interessano o con ruoli che non interessano.

      Io mi sono sempre rivolto alle singole aziende che già mi interessavano per svariati motivi. Penso che il processo di hiring sia sicuramente da rivedere, LinkedIn di certo non aiuta. (YMMV, ovviamente)

      1. 3

        Io ho attivato l’account solo da poco, mi è servito per mettermi in contatto con amici e colleghi, di lavoro ed università, che non vedevo e sentivo da più di 20 anni e di cui non avevo i riferimenti, quindi almeno per me uno scopo ‘sociale’ l’ha avuto (non uso Facebook).

        Per quanto riguarda il lavoro, ho ricevuto finora solo una richiesta interessante, ruolo di CTO a diretto riporto dell’amministratore delegato di una azienda del nord Italia. Ho fatto anche un colloquio telefonico, erano molto interessati al mio CV e mi avrebbero preso ma affrontare un trasferimento di regione al momento non era fattibile, quindi ho dovuto declinare.

        Lo uso in maniera molto “smart”, ogni tanto lo apro (anche a distanza di una decina di giorni), butto un’occhiata per vedere le stronzate che scrivono i miei colleghi, cancello le notifiche e chiudo.

        Mi da’ molto fastidio il tam-tam che c’è intorno alle certificazioni, inutili pezzi di carta che ormai ti tirano dietro semplicemente compilando un quiz on-line. E quindi via, tutti a sfoggiare le proprie certificazioni ottenute senza sforzo da fantomatiche agenzie intermediarie o dalle aziende che lo fanno ad unico scopo di diffondere le loro tecnologie sul mercato.

        Ed i clienti ci cascano, illudendosi che certificazione==competenza richiedono sempre più certificazioni nelle gare, cosa che induce le aziende fornitrici ad ottenere sempre più certificazioni. In pratica un ecosistema economico fittizio che si autosostiene dove chi vince sono le aziende di training e quelle che emettono le certificazioni e chi perde è la qualità.

        1. 2

          Forse non di qualita` (almeno in Italia) ma si, personalmente mi ha aiutato a fare colloqui/trovare lavoro.

          Probabilmente non serve molto ad un senior che è già affermato nel suo settore e ha un vero network di conoscenze, ma ad un junior che parte da 0 (o quasi) può essere utile.

          1. 2

            Io un lavoro decente ce l’ho trovato, ma la qualità è bassa e di sicuro non vale la pena per tutto lo spam che ti arriva. Quei 10-20 click e email da cancellare a settimana da vari recruiter probabilmente se sommati mi avranno preso un ammontare di tempo più che sufficiente per trovarmi un nuovo lavoro quando ne avrò bisogno.