1. 8
  1.  

  2. 4

    Io spero che questa storia rimanga impressa nella mente dei giovanissimi. Così che quando sarà ora di votare, ricordino cos’è la destra italiana.

    1. 3

      Censura imposta invece dell’educazione ad un uso consapevole di Internet. Complimenti! Se stanno cercando di allevare i pornomani del futuro, questa è la strada giusta.

      1. 3

        Censura imposta

        Imposta, a maglie larghissime e tecnicamente irrealizzabile. La ricetta del disastro.

        1. 4

          a maglie larghissime e tecnicamente irrealizzabile

          Bel caso di “fare qualcosismo”.

          C’è un problema, qualcuno faccia qualcosa! Eccoti qualcosa. Giote gente, abbiamo fatto qualcosa.

          Questo senza nemmeno passare a discutere del senso educativo della cosa e dei possibili (e probabili) abusi.

          1. 3

            possibili (e probabili) abusi

            Dopo la storia di Project Gutenberg, direi che gli abusi sono una certezza, più che una possibilità.

      2. 3

        Bene! Non vedo l’ora di un dettagliato AMA con gli stagisti incaricati di realizzare l’AI nella Blockchain in Kanban per il riconoscimento in tempo reale delle HTTP GET indirizzate ai contenuti porno. Tanto più che sarà “un filtro a tutto campo”, nessun Project Manager ci aveva mai pensato prima!

        1. 1

          Potrebbe avere dei risvolti positivi: finalmente tutti avranno una VPN.

          1. 2

            C’è già l’inganno prima della legge: VPN hub, come al solito il porno è sempre un passo avanti

            1. 1

              Beh oddio, se poi il VPN provider vende (come spesso accade) i logs siamo scemi come prima, solo con connessioni meno performanti di quello che già sono in linea di massima.

              Poi vabbè tornando seri, mi sembra una cagata bella e buona. Chiedere agli amici UK nel caso servisse una prova recente di ciò :)