1. 4
  1.  

  2. 1

    C’è gente che è stata pagata da Uber fior di dollaroni per mettere su un algoritmo che sceglie in tempo reale a chi assegnare la prossima prenotazione. L’algoritmo è assai più complesso del “il più vicino tra quelli con miglior punteggio”, anche perché alcuni potrebbero tentare ogni trucchetto per rendersi più appetibili. E soprattutto perché deve consentire all’azienda politiche discutibili, favoritismi, e coprire magagne.