1. 7
  1.  

  2. 4

    L’idea e’ interessante, ma che sia implementata su node.js mi inquieta un po’. Mio problema, eh, odio js con tutto cio’ che mi resta del cuore…

    Comunque rimane una cosa piuttosto tecnica, credo si dovrebbe pensare qualcosa di piu’ plug’n’play, o modulare, tipo ArduBlock. Forse un Mastodon in a box, ma anche lui non e’ immediato.

    E rimarebbe il problema della mancata monetizzazione diretta - certo, Patreon o simili e sponsorizzazione, ma non so quanto sia la differenza in introiti - che taglia fuori buona parte dei gggiovani, quelli che decideranno cosa sara’ internet. E come fai a far funzionare una cosa cosi’ pensando a YouTube ed Instagram e simili, con migliaia di view, messa in casa?

    Una cosa interessante (potenzialmente, poi andata in merda) del Big Web e’ l’interazione N:N con i siti / pagine degli altri: mi registro in un posto solo, accedo in un posto solo (due, tre), e seguo, commento, trollo e flammeggio un po’ dappertutto. Con lo smallweb non diventa praticamente 1:1, con in piu’ la necessita’ di registrasi su ogni sito (aka mi rompo e non interagisco)? (Ridateme Usenet!)

    Pensieri sparsi, eh.

    1. 4

      Sono uno dei pochi fortunati dotato di serverino su indirizzo IP statico, pertanto non ho bisogno di comprare servizi dal site.js, tanto meno installare Javascript, NPM e affini.

      Ricordo un vecchio articolo che sosteneva la tesi secondo cui l’assurdamente capillare diffusione degli IP dinamici (perfino IPv6 dinamico, che è un controsenso) è dovuta a motivi prettamente politici (se i servizi che usi dimorano sul server di casa tua, per “intercettarti” occorrerà un mandato di perquisizione anziché sfruttare un preesistente accordo globale coi pochi ISP).