1. 4
  1.  

  2. 1

    Si ma “fatto in casa” in che senso? Non mi pare che abbiamo restrizioni di commercio con la Cina. Se ho ragione credo che semplicemente assembleranno i componenti. Rimango comunque curioso di vedere come sarà fatto.

    1. 3

      Credo ci sia anche la progettazione “made in Cuba”. Insomma, disegnano a Cuba, acquistano i componenti dalla Cina e poi se li assemblano. Sono molto curioso invece per la questione software, siccome non credo proprio che il governo cubano sia d’accordo col far girare gli spyware di Google o Apple sul loro smartphone locale…

      1. 1

        Interessante tral’altro che non hanno scelto harmony os