1. 6

    Ho migrato gambe.ro su una nuova macchina, che è anche il motivo per cui negli scorsi giorni c’è stato un po’ di downtime (dovuto in primis al fatto che IPv6 puntasse ancora al vecchio host, ups). Ne ho approfittato per provare Caddy, sicuramente è più limitato rispetto ad altri server HTTP ma è anche molto più intuitivo e facile da configurare.

    1. 2

      Peccato per il titolo abbastanza generico, l’articolo è molto interessante.

      1. 4

        Leggendo il post mi è venuto spontaneo chiedermi come sia competere con Airbnb, ma vedo che l’ha già chiesto @chobeat. Seguirò con interesse la sua domanda.

        Oltre alla competizione con Airbnb nello specifico, quali altri ostacoli avete incontrato nella crescita? Quali sono stati i processi più difficili (acquisire guest, acquisire host, la parte legislativa, … ?)

        1. 2

          Come diceva @chobeat i filtri per tag già esistono, si potrebbe pensare però di metterli più in vista - se scrollo la lista di tag vedo che sono tutti filtrati da 1-2 utenti, massimo 3 per android, che anche in confronto agli utenti attivi della piattaforma mi sembrano pochi. Nell’ottica di implementare questa cosa lato client sarebbe carino mettere magari un pulsantino a forma di imbuto che apra una finestra con filtri e limiti, l’unica pecca è che richiederebbe un po’ di codice server-side per gestire corretttamente la paginazione.

          Per me comunque è una feature interessante, che si potrebbe implementare se c’è un po’ di gente che la richiede.

          1. 3

            Sto guardando come introdurre la venifica formale tra i miei tools. Ho letto il libro Practical TLA+ e provato a modellare un sistema clients/server che usa websocket, trovando alcuni bug che avevo trovato nella versione implementata e un bug nuovo che non avevo mai incontrato!

            1. 1

              trovando alcuni bug che avevo trovato nella versione implementata e un bug nuovo che non avevo mai incontrato

              Molto figo! Quanto è lungo/complicato modellizzare questi sistemi?

              1. 2

                TLA+ e’ relativamente semplice perche’ puoi usare PlusCal. Sono ancora un principiante ma a modellare il sistema ci ho messo un’oretta (con processo server e numero client variable). Ci ho pero’ messo tutto il resto del giorno a cercare di capire come testare che tutto funzionasse (perche’ devi testare cose molto astratte del tipo “se il client riceve messaggio X allora e’ successo Y)

            1. 3

              Sarebbe interessante! Avevi in mente qualcosa in particolare?

              Fare RE di formati mi affascina discretamente, l’unica cosa meh è che spesso farlo su determinati formati (es. bitstream FPGA) comporta scaricarsi IDE giganti e altrettanto pesanti.

              1. 2

                Avevi in mente qualcosa in particolare?

                No, proprio per questo ho scritto il post :) Pensavo anche a qualche formato un po’ old di “giochi” (PSP? Wii?) ma anche ad file “di tutti i giorni” So anche che alcune app (specialmente su Android) utilizzano file con estensioni proprietarie.

              1. 2

                Molto interessante.

                Quasi quasi rinnovo la proposta che avevo fatto tempo fa di poter far variare all’utente il numero di thread nella pagina principale di Gambe.ro

                1. 2

                  È un’idea interessante, io aprirei un thread meta.

                1. 3

                  Posto che si può discutere di questa proposta, un appunto tecnico:

                  mi pesa il culo pigiare Ctrl e cliccare

                  Puoi usare il middle click. È un filo più scomodo con il trackpad quelle poche volte che non becca le tre dita, ma mi sono abituato a farlo su un po’ tutti i siti simili (HN, StackExchange) per cui a me pesa zero.

                  1. 2

                    Il punto è che mi scordo pure (sbaglio al primo link, faccio back eppoi uso il Ctrl)… eppoi “sono prontissimo a farmi prendere per il culo adesso” io uso sto mouse qui: https://duckduckgo.com/?q=3m+mouse&t=brave&ia=images&iax=images che mi impedisce il tunnel carpale ma il middle click per me è scomodissimo. Ahahaha cmq l’ammutinamento sta andando bene <3

                    1. 2

                      c’è già una PR, entro il weekend lo mettiamo su

                      1. 2

                        GRANDISSIMO! Grazie a tutti per il supporto @sara, @anto, @alf e anche @chobeat che ha cambiato idea tendente all’indifferenza….

                    2. 1

                      Idem

                    1. 6

                      Ho approfittato del downtime per provare Sentry, un tool che invia automaticamente gli errori di un’applicazione a un server con una dashboard bellina (tool che ora stiamo sperimentando sui bot Telegram, Twitter e Mastodon di gambe.ro).

                      Nei prossimi giorni vorrei scrivere un tool per consumare più agevolmente le videolezioni, che tagli le parti di silenzio e possibilmente anche gli “eeeeh” ed “ehmmm” isolati - l’ispirazione mi è venuta da un tool già fatto che però non è molto efficiente (estrae tutti i frame e li ricompone, quando è possibile tagliare direttamente con ffmpeg).

                      1. 2

                        Ciao tutte e tutti, curiosità, i tag vecchi (tipo lua et altro) che fastidio danno?

                        1. 3

                          Personalmente mi danno fastidio: di solito prima di pubblicare un articolo scorro tutti i tag e averne un sacco che non usa nessuno non è il massimo.

                          1. 2

                            this. Quando abbiamo fatto il design delle tag abbiamo sottovalutato la complessità dello spazio semantico della piattaforma e anche noi, spesso e volentieri, dobbiamo scorrerci tutta la lista per capire cosa conviene metterci. Una lista più snella è decisamente un vantaggio.

                            1. 2

                              E allora il problema, non sono i tanti tag, ma il modo con cui ci interagite, no? O sbaglio? Uno sforzo di ergonomia e interazione, non sarebbe meglio al posto di limitare le etichette?

                              1. 3

                                è comunque una prassi in divenire. è la prima volta che rimuoviamo etichette, dopo quasi un anno di attività. Sicuramente sulla questione tag ereditiamo un debito di design da lobste.rs. C’è anche da dire che l’intero software è sviluppato su principi per cui l’ergonomia va a farsi benedire. L’idea è di avere un software leggero e dal comportamento lineare e predicibile. Questo vuol dire che è molto usabile dai power user, ma non necessariamente dall’utente medio. Non ti imbocca mai.

                                Chiaramente sulle tag si potrebbe fare qualunque mega-feature di suggerimenti predittivi e ranking, ma sarebbe in contrasto col resto del sito. Una volta ordinate per ranking, rompi l’ordine alfabetico oltre ad introdurre un feedback loop nell’uso delle tag (le tag più usate verranno usate di più), che con l’ordine alfabetico non sembra esserci (perché la distribuzione delle tag non sembra essere skewed verso quelle che appaiono in cima.

                                1. 2

                                  Okay, mi è chiaro il razionale <3

                          2. 1

                            Penso che dal punto di vista dell’esperienza utente avere molti tag da scorrere sia dannoso, sicché può essere buona cosa togliere i tag meno utili.

                            Tra l’altro questo mi ha fatto venire in mente che potrebbe essere interessante proporre i tag in base a quanto sono utilizzati (es. il 20% dei tag più utilizzati sono ordinati per numero di utilizzi, e i restanti alfabeticamente). Aprirò una issue su github.

                          1. 1

                            Al momento i punti critici della discussione sono se salute sia collegato ai temi del nostro portale o se sia più appropriato società, e cosa sia coperto dal tag economia. Inoltre rimane da discutere l’aggiunta di bibliografia.

                            Da parte mia in sintesi penso che società sia fin troppo generico (mi è capitato spesso di usarlo in mancanza di tag più specifici), e anzi col tempo andrebbero creati nuovi tag per renderlo più dettagliato. Su economia sono d’accordo con la descrizione proposta da Chobeat, “Business, macro-economia, finanza, imprenditoria”. L’idea del tag bibliografia mi piace ma penso che sarebbe largamente sottoutilizzato, complice anche il nome un po’ “formale”.

                            1. 1

                              Ma per bibliografia cosa si intende? Semplicemente “Libri”?

                              1. 1

                                Dal commento di @kratacoa:

                                Aggiungerei
                                - tag{ "bibliografia", description: "Raccolta di documentazione in merito ad un argomento"}

                                1. 1

                                  Come ulteriore chiarimento (oltre a quello che ha già risposto @capacitorset), quello che intendo sono delle discussioni sulle migliori risorse da studiare: spesso si consuma parecchio tempo a cercare quello che più ci si addice, e magari può mancare il confronto esplicito tra diverse risorse.

                              1. 2

                                Direi che sì, è ora di aggiungere un po’ di tag. Oggi vediamo di fare una PR e includiamo anche salute

                                1. 4

                                  Magari anche una funzione che mostri un warning “Ricordati di aggiungere il tag italiano” qualora due terzi delle parole che compongono il titolo siano rintracciabili nel vocabolario italiano…

                                  1. 1

                                    si potrebbe implementare. Se vuoi, apri una issue su github

                                    1. 1

                                      Non abbiamo il supporto alle issue sul repo. Comunque anche io sono a favore di una feature del genere, ci ho pensato ogni tanto.

                                      1. 1

                                        ma mica lo sapevo che erano disattivate. Pensavo ci fossero. Comunque le ho messe

                                  2. 3

                                    Forse si potrebbe anche considerare se toglierne alcuni, dove ci sono pochissimi o nessun post…

                                    O magari una tassonomia gerarchica.

                                    1. 2

                                      sì, abbiamo un tool che fa il ranking. Vedo di farlo girare e vedere quelle meno usate e decido se brasarle.

                                  1. 5

                                    Ciao! Perdonami ma parto invece con una domanda più a tema “umanistico”.

                                    I vostri obiettivi sono di natura sia tecnica sia soprattutto sociale: per fare un esempio, la partecipazione alle comunità online dipende sia dalla presenza di software che risponda alle necessità degli utenti sia dalla consapevolezza degli utenti della necessità di partecipare a determinate comunità e più in generale da un mindset dove la vita digitale è parte integrante dei processi sociali e non un accessorio.

                                    Mi viene allora naturale chiedermi (e chiedervi): gli ostacoli alla realizzazione di quegli obiettivi sono in primo luogo di natura tecnica o sociale - vale a dire, il motivo principale per cui la gente non condivide la conoscenza e non usa FOSS è che mancano gli strumenti per farlo o che manca la cultura di farlo? Potete raccontarci il lato “sociale” delle vostre attività (vedo sempre nella pagina della mission che organizzate workshop e seminari ad esempio), a chi è diretto, quali successi avete riscontrato?

                                    1. 4

                                      Mi sembra che lo scenario stia cambiando molto velocemente, e credo che la gente sempre più spesso utilizzi software open source più o meno consciamente. Specialmente se parliamo di protocolli p2p e/o crittografia in genere, lo standard ormai conclamato è quello di lasciare il codice aperto.

                                      atm penso che uno dei problemi principali sia come coordinare comunità e sviluppatori attorno ad uno o piu software oss e collaborare assieme per creare strumenti che siano costruiti a misura di comunità, piuttosto che a misura di business, ma garantendo la sostenibilità delle varie parti interessate.

                                      Non so se considerarlo un problema di cultura, penso che sia un problema “nuovo” e come tale piu discussioni e sperimentazioni si fanno in merito e meglio è!

                                      1. 3

                                        Molto interessante, secondo me beneficerebbe di un thread a parte.

                                      1. 3

                                        Intanto al parlamento europeo sono controversi i piani per l’uso del riconoscimento facciale nell’ambito della sicurezza.

                                        1. 3

                                          Sto provando a usare Next.js per fare Server Side Rendering di un’applicazione React. Un po’ macchinoso ma pensavo molto peggio.

                                          1. 4

                                            Sto imparando ad usare Tensorflow e keras per costruire reti neurali che facciano misurazioni di grandezze fisiche senza usare le formule ma non mi è chiaro quanti livelli usare e quanti neuroni inserire in ciascun livello

                                            1. 2

                                              reti neurali che facciano misurazioni di grandezze fisiche senza usare le formule

                                              Puoi fare un esempio?

                                              1. 4

                                                In pratica conoscendo raggio e massa di 27 pianeti del sistema solare voglio calcolare la massa di Saturno senza usare la formula ma mediante reti neurali. Comunque appena finisco il report lo pubblico nel mio libro : https://it.m.wikibooks.org/wiki/Applicazioni_pratiche_di_machine_learning .

                                            1. 1

                                              paywallato. Comunque mi sembra una roba peggio di qualunque porcheria fatta coi dati biometrici fino ad ora.

                                              1. 2

                                                paywallato

                                                Ah, non ci avevo fatto caso che ho Bypass Paywalls.

                                                Qua un riassunto fatto da Wired.it.

                                              1. 4

                                                Ho un paio di idee per una status bar che rimpiazzi polybar, per cui sto imparando XCB/X11. Anche se il futuro e’ wayland per ora continuo sulla strada battuta.

                                                1. 2

                                                  Interessante, cos’hai in mente?

                                                  1. 4

                                                    L’idea e’ di avere qualcosa che sia piu’ facile da customizzare aggiungendo nuovi moduli (e.g. mpd, cpu etc.). Invece di avere un file di configurazione, scrivi uno script (probabilmente in Racket o Guile) in cui aggiungi i moduli e configuri i colori. E’ anche una prova perche’ l’anno prossimo, finito il dottorato, mi piacerebbe scrivere una versione piu’ minimale di stumpwm.

                                                1. 2

                                                  A mio avviso sarebbe inutile, da una rapida occhiata sembra che sarebbe usato solo per HTTP/QUIC/etc che si trovano bene in web.