1. -

    Sto cercando un modo semplice ed efficace per fare pattern matching su stringhe in Scala.

      1. -

        Si, pensandoci bene è la cosa migliore da fare!

    1. -

      Devo introdurre un Avro Registry nel nostro sistema e non l’ho mai configurato da zero, quindi probabilmente sarò tutta la settimana su quello.

      1. 2

        Bello. Era una roba su cui la documentazione non spiega bene perché c’è da soffrire così tanto per una stringa. Immaginavo ci fosse dietro un’analisi simile ma non avevo mai approfondito

        1. 2

          Una lista di alternative a google con notazione dei 5, 9, 14 eyes che è passata su lobste.rs: https://github.com/tycrek/degoogle

          1. 1

            bello, peccato che https sembri rotto

            1. 1

              Davvero? Io non ho visto problemi (e pure provando a chiedere a SSLHopper sembra tutto ok…)

              1. 1

                Ok, dev’essere un problema della connessione in ufficio. Dietro VPN funziona

            1. 3

              Tra l’altro monitorando l’hashtag sembrano praticamente non esserci italiani.

              1. 4

                Sto per dire qualcosa di terribilmente scontato ma, ho sempre avuto grosse difficoltà ad intavolare conversazioni sul salario con i colleghi italiani.

                Con colleghi esteri (es. Belgio) invece, mai avuto alcun problema. Parlano di birra e di stipendi con la stessa leggerezza.

                1. 4

                  è un taboo forte. Ti capisco. Si è interiorizzato il fatto che per qualche motivo sia maleducazione o che sia inopportuno. Se guadagni di più, sembra ostentazione. Se guadagni di meno, è una cosa di cui vergognarsi. In qualche modo l’imbarazzo sociale è proiettato sui lavoratori invece che sul datore di lavoro. Se vedi che non reagiscono al tema, cerca di imboccarli con ragionamenti come quello che ti ho fatto io.

              1. 2

                ho usato kitty per un po’, che anche quello era basato sulla GPU. Faceva alcune cose fighe ma non valeva la pena avere la GPU sempre sveglia, cosa che probabilmente pesava un po’ sulla batteria. Adesso uso quello di default

                  1. 4

                    In Tech Workers Coalition lo facciamo regolarmente ai meeting. Sarebbe da fare anche su gambe.ro una volta

                      1. 4

                        Mi sa che hai cappellato il link.

                        Comunque il mio: https://twitter.com/SimoneRobutti/status/1228622392941039619

                        1. 2

                          Ahaha dannati pollici ciccioni… Corretto, grazie

                      2. 1

                        Mi sembra un’ottima idea

                        1. 3

                          Molto interessante, secondo me beneficerebbe di un thread a parte.

                        1. 5

                          Vedere Kafka come un database con KsqlDB

                          1. 3

                            Che vantaggi dà rispetto a ksql normale?

                            1. -

                              Si tratta sempre di Ksql, ma dato che hanno introdotto due nuove funzionalità, ne hanno approfittato per cambiare anche il nome. Nella prima funzionalità hanno inserito le Pull Query (differenziandole dalle Push Query, che c’erano già). Nella seconda funzionalità hanno inserito la possibilità di controllare i Connectors di Kafka Connect direttamente da Ksql. Non vado nei dettagli perché devo ancora approfondire.

                          1. 6

                            Parallelismo e concorrenza in Rust. Arc, Mutex, Condvar e tutta quella roba lì.

                            1. 2

                              Shaving off a single kilobyte in a file that is being loaded on 2 million websites reduces CO2 emissions by an estimated 2950 kg per month.

                              Cioè 2 milioni di siti per diecimila visite per un kilobyte = 20 terabytes di traffico dati = 2950 kg CO2.

                              Cioè ~6.78 Gb di traffico dati = 1 kg CO2.

                              Ma l’anidride carbonica ha una densità di ~1.87 kg/mc a 15°C, per cui 6.78 Gb di traffico dati equivarrebbero a ~534,36 litri di CO2, ossia un litro di CO2 ogni 12,7 megabytes di traffico dati.

                              Sono un po’ perplesso.

                              1. 4

                                i conti sono un po’ gonfiati, ci sono vari articoli che li correggono, ma il costo in CO2 della computazione è un tema su cui c’è un denial collettivo molto forte. Anche fosse un litro di CO2 per 1GB di dati, è comunque molto fuori dalla comfort zone di chi magari vuole salvare il mondo non usando l’auto o l’aereo.

                              1. 2

                                Quali sarebbero queste applicazioni intenzionali di algoritmi in contesti sociali che hanno portato a danni significativi ? Grazie

                                1. 2

                                  Ce ne sono a dozzine. Se vuoi una serie di casi di studio c’è un libro a tema che si chiama Weapons of Math Destruction.

                                  Giusto per citarne alcuni, dal libro o da altre fonti: mobilità urbana pensati per ridurre il traffico ma che va ad impattare i quartieri più poveri e penalizzare i meno abbienti, algoritmi per la selezione degli insegnanti che penalizzano gli insegnanti più attenti agli studenti meno capaci, tutto il mondo degli algoritmi in ambito carcerario, pensati per rimuovere il potenziale bias dei giudici ma finendo con l’essere ancora più discriminatori.

                                1. 3

                                  Sebbene trovi il giuramento inutile al fine di garantire un comportamento morale da parte degli ingegneri, il problema di questo articolo è che sembra togliere agenza ai tecnici, infantilizzandoli e indebolendoli per schermarli dalle responsabilità. Fa l’esempio della bomba atomica dando la colpa ai politici e militari (e non ci piove), ma omette il fatto che se tecnici e scienziati (che comunque non erano tutti pienamente consapevoli di cosa si stava facendo) avessero detto no, i politici non avrebbero avuto alcuna possibilità di decidere. La decisione sarebbe rimasta ai tecnici.

                                  Poi vabe’, per lo stesso motivo per cui non dà garanzie se applicato ai tecnici, non dà garanzie se applicato ai manager.

                                  1. 1

                                    il giuramento inutile al fine di garantire un comportamento morale

                                    Un giuramento esprime un insieme di valori morali che sono già condivisi nella comunità che lo adotta.
                                    (per questo non siamo lontanamente pronti ad elaborarlo)

                                    L’obiettivo del giuramento è preservare tali valori: il giuramento di Ippocrate includeva un vincolo ad insegnare medicina solo a coloro che lo accettavano. E’ questo filtro all’ingresso ad averne mantenuto l’efficacia. Efficacia che è certamente solo statistica: ci sono medici che lo violano, ma sono (ancora) la minoranza.

                                  1. 1

                                    Hai provato a considerare dati sull’immigrazione e la natalità degli immigrati? Poi 2050 è abbastanza in là da considerare l’impatto ambientale sull’aspettativa di vita, magari segmentata per ceto sociale, ma sono abbastanza sicuro che l’OCSE non includa modelli del genere in questo tipo di previsioni che di solito si basano su una prospettiva “business as usual”

                                    1. 1

                                      Se non ricordo male gli occupati per l’istat includono gli immigrati . Che cosa intendi per prospettiva “business as usual” ?

                                      1. 3

                                        Grossi sconvolgimenti socio-econimico-ambientali non vengono considerati, sia perché diventerebbe eccessivamente speculativo, sia per strumentalità delle loro pubblicazioni, sia per questioni ideologiche.

                                        Comunque il mio punto era che se non segmenti gli immigrati a parte, i conti sulla natalità e la crescita della popolazione potrebbero venire sbagliati.

                                    1. 1

                                      Il concetto di “loyal opposition” mi lascia molto perplesso.

                                      Al di là della vaga flessibilità (che giocherà sempre a vantaggio del management), mi appare come un contentino.

                                      Sì dai… placate le vostre coscienze facendoci perdere un po’ di tempo in riunione… basta che poi fate quello che diciamo noi…”

                                      1. 1

                                        Io però quel “loyal” lo leggo come loyal alla società. Che non è tanto meglio, è un modo per dire: “gli ingegneri dovrebbero dire no ai datori di lavoro quando esagerano, ma crestina bassa che sennò questi si accorgono di quanto potere hanno e rischiano di prenderci la mano”. Ovviamente non ha mai funzionato così e in uno scenario del genere, non basterebbe un elemento morale a convincere un’ipotetica Gilda Mondiale degli ingegneri a perseguire il bene comune.

                                        1. 1

                                          non basterebbe un elemento morale a convincere un’ipotetica Gilda Mondiale degli ingegneri a perseguire il bene comune

                                          E cosa servirebbe?

                                          1. 4

                                            una struttura sociale che vincolasse gli ingegneri (ma in generale chi detiene potere) ad agire per il bene comune. Come oggi si critica il sistema perché genera storture materializzate nei CEO, nei finanzieri e nei politici, lo stesso succederebbe se si rimpiazzasse l’attuale sistema con una tecnocrazia guidata da ingegneri.

                                            1. 1

                                              una struttura sociale

                                              Sì un’utopia non farebbe schifo in effetti! :-D
                                              Il punto è: come ci si arriva?

                                              La funzione evolutiva della moralità umana è approssimare una massimizzazione del bene collettivo, indipendentemente dal bene individuale. Gruppi sociali diversi per storia e dimensione adottano moralità differenti che funzionano più o meno bene a seconda del momento storico e che si contaminano reciprocamente.

                                              vincolasse gli ingegneri

                                              Pessima idea. I medici non sono “vincolati” a non danneggiare il paziente. Vengono educati.

                                              una tecnocrazia guidata da ingegneri

                                              Sarebbe una noia mortale in effetti. Gli ingegneri mancano di fantasia.
                                              (e sì… statisticamente l’ultima affermazione è vera)

                                              Una democrazia di hacker sarebbe tutt’altra cosa. :-P

                                              1. 4

                                                I medici non sono “vincolati” a non danneggiare il paziente.

                                                Hanno comunque un reward system e una penalizzazione se sbagliano. Hanno comitati etici per la ricerca medica che possono bloccarli. Hanno un sistema che li controlla. Un medico stronzo, all’interno di ciò che è legale (quindi non iniezioni di cianuro di nascosto) ha una serie di sistemi che lo bloccano o lo escludono. Un ingegnere molto meno.

                                                Una democrazia di hacker sarebbe tutt’altra cosa

                                                Sarebbe la stessa cosa ma con software decentralizzato e criptato e DOOM che gira su qualunque pezzo di silicio.

                                      1. 3

                                        Questo articolo apre la porta al dissenso ma non inquadra davvero l’alternativa. Qui il dissenso sembra materializzarsi come un ingegnere, messo al centro di un complesso sistema di potere che, per etica personale, dice: “NO!” e tutto l’ambaradan si ferma. Ovviamente nel mondo reale non è così e quello che sta succedendo a Google, Microsoft o Github ha una prospettiva molto diversa. Gli ingegneri dicono NO! come una collettività, non come una somma di individui isolati e non come una categoria professionale che si attiene ad un codice deontologico come propone l’articolo.

                                        Tuttavia un codice deontologico, se riuscisse a diventare veramente pervasivo, sarebbe comunque un passo avanti perché perlomeno violerebbe l’illusione che la produzione software possa essere condotta in un vuoto etico da tecnici con la capacità critica di un bambino di 5 anni.

                                        1. 1

                                          Francamente non credo che l’informatica sia lontanamente pronta ad un codice deontologico.

                                          Sono d’accordo che ne avrebbe profondo bisogno, ma la consapevolezza (tecnica, politica ed etica) della nostra categoria è così fragile che qualunque tentativo di definirne uno (così come qualsiasi tentativo di creare un ordine professionale) sarebbe rapidamente sovvertito dai sistemi di potere esterni (corporate e non).

                                        1. 2
                                          1. 3

                                            Sto lavorando a questa piccola PR: https://github.com/imsnif/bandwhich/issues/123

                                            In ufficio, a parte un goffo tentativo (poi abortito) di sviluppare un sistema di data type inference fatto in casa, niente che sia degno di nota.