1. [Commento rimosso dall'autore]

    1. 5

      Il confronto è interessante perché rivela quanto anglo centrici sia la cultura dominante nel IT.

      Il fatto che una sigla, a parere di alcuni statunitensi, evochi un termine inglese offensivo come dovrebbe impattare il resto del mondo? E se fosse un termine offensivo in swahili o italiano interesserebbe a qualcuno?

      edit ho commentato la issue e la (non) risposta del OP mostra molto bene le sue vere intenzioni: ottenere visibilità.

      1. [Commento rimosso dall'autore]

        1. 3

          Qualcuno ha detto “Inkulator”?

          1. 7

            C’era anche la startup Codio che mi spuntava sempre su twitter.

            1. 3

              Stavo pensando proprio a quello! :D

              1. 2

                Personalmente sottoscrivo pienamente la FAQ di Gimp.

                we feel that in the long run, sterilization of language will do more harm than good.

                In particolare per il software libero, credo che nessuno dovrebbe sorprendersi o scandalizzarsi se un hacker sovverte le assunzioni culturali (e l’ipocrisia) di qualcuno. In fondo il software libero esiste perché esistono persone capaci di vedere la realtà da prospettive inusuali.

            2. 2

              Chiamare questa discussione “confronto” è volergli parecchio bene; come la maggior parte delle discussioni lanciate dai SJW all’interno del panorama IT si riduce tutto a un semplice capriccio.

              1. 4

                In questo caso non è un capriccio ma marketing: ricerca di visibilità e strumento di aggregazione (ed aggressione) per i suoi seguaci.

              2. 1

                Boh, certo che sarebbe diverso se il termine fosse offensivo in swahili o in italiano. Non credo di aver capito il punto del tuo commento. Mi sembra che qui il discriminante sia stato il fatto che la parola non è così conosciuta e usata in inglese con quel significato offensivo.

                1. 4

                  Intendevo sottolineare come alcuni statunitensi tendono ad ignorare l’esistenza del resto del mondo ed assumere che la propria cultura, i propri valori, la propria sensibilità e soprattutto i propri problemi siano presenti e vissuti esattamente nello stesso modo in tutto il resto del pianeta.

                  Se Gimp si chiamasse Zoppo, dubito che un italiano potrebbe mai sentirsi offeso. E certamente non andrebbe da un team internazionale con la sua ciurma di seguaci a tentare di imporre la modifica del nome di un software con 20 anni di documentazione, video e tutorial online.

              1. 2

                Purtroppo l’interfaccia non è il massimo, specialmente rispetto a Mastodon. E l’interfaccia conta molto in un social network. Speriamo cresca bene, sembra avere premesse migliori di Mastodon anche se alle volte conta più essere nel posto giusto al momento giusto.

                1. [Commento rimosso dall'autore]